Rione "Croce"

Borgo Croce, assieme a Borgo Gentili, mostra ancora il ricordo del volto antico del centro storico di Santa Sofia. Via Croce, e a seguire tutto il Rione Shangai, era popolata da numerose attività artigianali e il giorno era caratterizzato da voci, suoni, odori e oggetti che costituivano un mondo che non esiste più. Alcune, come l'oreficeria e orologeria di Pimpignoli, sono sopravvissute e alcune nuove attività hanno preso il posto delle altre.

La maggior parte invece vive ormai soltanto nei ricordi: davanti a Celebren il fabbro c'era una grossa incudine, e gli echi delle martellate risuonavano in tutta la via mentre le scintille sprigionate illuminavano magicamente la buia bottega. Davanti alle osterie (e qui in via Croce erano almeno tre: della Massima ed Storoni, di Zamboni e del Mezzre) erano sempre presenti anelli al muro per legare i somari, che spesso venivano scambiati di posto dagli allegri buontemponi santasofiesi per fare arrabbiare i proprietari. E poi ancora la Sabina delle carte, Fasolen e Caino i calzolai, Zolfon il falegname, Bellini dei mobili, Palen il meccanico...

Gallery

Collezione famiglia Fiumicelli
Collezione famiglia Fiumicelli
Collezione famiglia Fiumicelli